fbpx
 » Porte in Legno Massello di Pino

PORTE IN LEGNO MASSELLO DI PINO

Porte in Legno Massello di Pino
01/10/2021

Il pino appartiene alla famiglia delle Pinacee; è una pianta sempreverde, può cioè conservare le foglie aghiformi anche per 10 anni.

È considerato una specie arborea estremamente importante sia nel settore forestale, sia in quello selvicolturale; è inoltre una pianta conifera che cresce soprattutto in Europa centrale, orientale e settentrionale, prediligendo i terreni morbidi e areacei.

In Italia si trova a quote comprese tra i 400 e i 1400 metri, anche se non è difficile trovarlo fino a quasi 2000 metri e tende a formare boschi, sia puri che misti. Per svilupparsi in maniera ottimale, l’albero del pino necessita di un ambiente umido, anche se può non avere grandi pretese nei riguardi del terreno e della necessità di acqua: può adattarsi, infatti, a terreni calcarei e argillosi, ma cresce molto bene sia in terreni vulcanici che acidi in generale. Essendo una pianta spiccatamente eliofila, vegeta molto bene alla luce diretta del sole ed ha una forte resistenza sia al secco che al freddo.

Il pino è un albero con portamento verticale e può raggiungere anche i 40 metri di altezza, con un tronco dritto ed una scorza liscia fulvo-cannella che, nella parte superiore, si desquama in fogli sottili cartacei, mentre verso la base diventa spessa, con rughe e solchi. Le sue radici sono cosiddette a fittone, con radici laterali che vanno in profondità e si allontanano per vie orizzontali, così da permettergli di penetrare in profondità anche in strati acquiferi.

La caratteristica forma della pianta, è a chioma leggera; la prima parte è infatti conica, per poi diventare piramidale-espansa o quasi ombrelliforme.

Le foglie, infine, sono aghi a coppie, dalla lunghezza fino a 5 cm e larghezza fino a 2 mm, rigidi e pungenti. Il colore è verde-grigio e sono avvolti da una guaina precocemente caduca.

Il legno massello di pino si ricava dalla parte centrale, quella più pregiata, che viene anche definita “durame”.

È particolarmente resinoso (ragione per cui prima di essere lavorato deve essere opportunamente trattato) ed emana un profumo molto piacevole. Si caratterizza per la sua elasticità che ne permette la deformazione temporanea senza rotture e la sua straordinaria forza, dipendente principalmente dall'età della pianta: più l'albero è vecchio, maggiore è la robustezza del legno.

A livello estetico, le peculiarità del legno massello di pino sono i numerosi nodi presenti nella sua struttura (che rendono ogni elemento che vi viene realizzato un vero e proprio pezzo unico) e gli anelli annuali molto marcati, mentre il colore passa dal  bianco-giallastro o giallo-rossiccio dell’alburno, fino al  rossiccio-rosso bruno della parte centrale, il durame.

Dal punto vista economico, il pino è una specie arborea molto importante in tutto il mondo per i suoi svariati impieghi, date le particolari caratteristiche tecniche e l’eccezionale stabilità. Ecco i più importanti:

Anche in campo medico il pino riveste una propria importanza: i suoi aghi, infatti, nella medicina popolare erano utilizzati per ottenere dei fomenti. Oggi, invece, da essi si ottiene per distillazione un olio essenziale ricco di monoterpeni, che ha un’azione balsamica, sedativa della tosse ed antinfiammatoria.
Inoltre, ad uso topico ha un’azione antinfiammatoria e decontratturante.

Le Recensioni dei nostri Clienti

Essendo io di Genova, sono subito stato attratto dal prezzo basso (è ovviamente una battuta)...
Allo stesso tempo, però, mi è sorto il dubbio che anche la qualità potesse essere bassa, dal momento che una porta in pino massello mi costava poco più di una in tamburato vista in un grande magazzino.
Mi sono lasciato convincere dal mio istinto a ordinare e quando ho aperto la scatola sono stato piacevolmente sorpreso dall’alta qualità del legno.
Anche il montaggio è stato semplice benché io non sia un esperto.

Piero C.
Genova

Eccezionale a dir poco, sicuro ordinerò altre porte.

Michele N.
Seveso